“La pace si costruisce ogni giorno, a mani nude, con gesti e materiali semplici”

La situazione delle scuole beduine in Area C, ove dal 1967 è impedito ai palestinesi di edificare, rappresenta una ferita che sta acutizzandosi. L’esercito israeliano ha aumentato la pressione sulle comunità locali, per forzarle a lasciare i loro accampamenti. Per i beduini lasciare i campi significherebbe rinunciare ad un proprio diritto, quanto alla loro cultura. In particolare le comunità Jahalin, che vivono nel deserto tra Gerico e Gerusalemme, rappresentano una spina nel fianco ai piani di annessione di questa area  da parte d’Israele.

Il territorio è in gran parte occupato dalle colonie, solcato da strade militari, barriere, check point. Le scuole sono sovraffollate e spesso gl’insegnanti non ricevono il salario. Il solo fatto di poter giungere a scuola la mattina è per molti bimbi un’avventura e una conquista. Un quadro che provoca un progressivo disagio e abbandono scolastico. “Senza la scuola”, sostengono ad Alhan al Ahmar, “per i nostri figli non ci sarebbe futuro”.

Dal 2009, con la costruzione della “Scuola di Gomme” e la riabilitazione della “Scuola di Bambù”, Vento di Terra ha iniziato un percorso di riabilitazione delle scuole in area C, che ha suscitato  adesioni e una significativa eco sulla stampa. Il programma ha permesso di ampliare con 2 aule la scuola di Alhan Al Ahmar, ospitando la sesta e la settima classe, i cui alunni per un periodo hanno dovuto fare lezione sotto le tende. Due nuove aule state realizzate, riabilitando una struttura esistente, anche ad Abu Hindi: la “Scuola di bambù”  necessitava di interventi  significativi: sono state riabilitate la direzione scolastica e l’aula professori. Il cortile esterno è stato completamente rinnovato e pavimentato, ed è ora in grado di accogliere numerose attività.

Le comunità non hanno energia elettrica, nonostante sorgano a pochi metri dalla linea d’alta tensione, che corre verso il mar Morto. Dotare le nostre scuole d’impianti fotovoltaici adeguati ha lo scopo di restituire un diritto fondamentale agli alunni beduini e d’introdurre nelle loro comunità nuove tecnologie. L’impianto di Al Ahmar produce energia per sette classi, la direzione e l’aula insegnanti; l’impianto di Abu Hindi ha una portata maggiore.

Il programma continua con la riabilitazione di nuove scuole in diversi villaggi dell\’area C. Le comunità diventano protagoniste del processo, a partire dalla progettazione partecipata, fino all’autocostruzione e alla gestione della struttura. Gli edifici in architettura bioclimatica valorizzano l’identità e la tradizione locali e mirano a rispondere ai bisogni delle comunità in termini di funzione e servizio. Le tecniche di costruzione scelte prediligono materiali locali e di riciclo. Viene posta particolare attenzione alla sostenibilità degli edifici, all’efficienza energetica e al trattamento delle acque.

Progetti

La scuola di Al Jabal

La comunità di Al Jabal rappresenta un esempio delle conseguenze di uno spostamento forzato realizzato nei confronti delle comunità beduine nella zona C: una situazione di emergenza in cui i diritti umani fondamentali vengono trascurati e i servizi sociali sono del tutto carenti. L'emergenza è stata sottolineata anche dalla stampa locale, da un rapporto pubblicato

La Scuola di Gomme di Khan Al Ahmar

Duemila pneumatici usati per il diritto all’istruzione dei beduini palestinesi che vivono in Area C. Ciò che sembrava impossibile è divenuto realtà: la Scuola di Gomme di Khan al Ahmar, campo beduino situato tra Gerusalemme e Gerico, ospita oggi cento bambini della comunità Jahalin. Circondati da insediamenti israeliani, esclusi da ogni servizio di base, i

La scuola di Dkaika

Dkaika si trova all'estremo sud del Governatorato di Hebron, al confine con la linea verde che separa la Cisgiordania e Israele. I residenti sono circa 220 persone, di cui il 50% uomini e 50% donne. Il paese più vicino è Kaabneh a circa 4 km di strada non asfaltata. L'accesso alla comunità è particolarmente difficile

La scuola di Ramadin Al Janubi

Riqualificazione del plesso scolastico del villaggio beduino di Ramadin Al Janubi (Qalqilya) per garantire le condizioni di sicurezza e di salute agli studenti frequentanti la scuola, favorire il percorso di istruzione primaria e fornire un posto di lavoro sicuro e sano per lo staff scolastico

Energie beduine

Acquisto e installazione di impianti di fornitura di energia elettrica alimentati a pannelli fotovoltaici, per le comunità beduine in Cisgiordania di Anata (scuola d’infanzia), Al Khan al Ahmar (Scuola di Gomme), Nkhele Uahad (impianto condiviso per le 10 famiglie della comunita’), Wadi Abu Hindi (Scuola di Bambu’) e per l’edificio comunale del villaggio di Um

La Scuola di Bambù di Abu Hindi

Il villaggio beduino di Abu Hindi si trova ad est di Gerusalemme in Area C, parte della Cisgiordania sotto il controllo dell’ autorità amministrativa e militare israeliana. Si tratta di un’area semidesertica e priva di servizi di base: mancano acqua, elettricità e l’unico collegamento è una strada in terra battuta. Dei circa 3000 abitanti di

La scuola di Yanoun

Yanun è un villaggio nel nord della West Bank, situato a 12 chilometri a sud est di Nablus. Secondo l'Ufficio Centrale di Statistica palestinese (PCB), il paese aveva una popolazione di 102 abitanti nel 2007. C'è stata una diminuzione di popolazione dal 2004, quando gli abitanti erano 145. Il villaggio è stato temporaneamente abbandonato nel

Aggiornamenti

Una nuova scuola per il villaggio di Al Jabal

30 aprile 2015

La scuola primaria di Al Jabal è frequentata da 123 studenti (46 ragazzi e 77 ragazze) e dispone di 9 aule che necessitano di una riabilitazione urgente. L’attuale struttura infatti non risulta a norma, alcune aule sono costituite da containers senza finestre, non

La Scuola di Gomme si prepara ad accogliere più alunni

13 aprile 2015

Il progetto di ristrutturazione della scuola vuole offrire una risposta alle diverse necessità individuate tra i ragazzi e le ragazze, al fine di garantire a pieno il diritto all’istruzione per tutti. La ristrutturazione faciliterà la partecipazione al percorso scolastico soprattutto

Ristrutturazione della Scuola di Gomme

17 novembre 2014

In particolare i lavori riguarderanno l’intonaco, sulle pareti dei pneumatici, che si è col tempo in parte sbriciolato, la sostituzione di alcune porte e finestre, la manutenzione dei pavimenti in legno. Inoltre, i servizi igienici (5 unità – 2 maschili, 2

Mostra tutte le notizie su: Le scuole nel deserto