Il progetto nasce dalla criticità del “bilancio di lettura” delle scuole italiane (che di fatto contribuiscono sempre meno alla crescita di una cultura della lettura che non si limiti alla alfabetizzazione funzionale). Esso si propone, quindi, di agire in un contesto caratterizzato da diversi fenomeni convergenti, quali la rivoluzione digitale, la fine del monopolio scolastico in campo educativo, la crisi delle biblioteche scolastiche e delle biblioteche pubbliche.

Il progetto prevede quindi l’organizzazione delle seguenti attività:

a) Scuola di lettura
curata e organizzata dalla associazione “La lettura nonostante” a Milano e rivolta a insegnanti delle superiori, con la volontà di far emergere l’importanza dell’educazione alla lettura nella scuola e insieme di sottoporre a verifica critica le modalità con cui la scuola in genere affronta i temi della reading literacy, della comprensione e del piacere di leggere.

b) La lettura nel doppiofondo
Presso la sede locale di Vento di Terra a Mottola, in Puglia, verrà organizzato un corso di formazione sulla lettura. Questo sarà il centro organizzativo per le altre attività previste dal progetto (laboratori nelle scuole superiori per la costruzione degli zainetti di letture clandestine e per gli eventi di riqualificazione delle piccole piazze attraverso la lettura, gestiti dagli stessi studenti sotto la supervisione dei docenti).
Il progetto avrà un momento di restituzione e di bilancio, con conseguente verifica e rafforzamento della rete, in una stanza educativa e in un workshop promosso dalla “Rete di cooperazione educativa”.