Incontrare la Palestina, tour classico

Incontrare la Palestina, tour classico

Viaggeremo attraverso le città, i villaggi, i campi profughi, i paesaggi desertici dell’area C della Palestina, alla scoperta di un patrimonio naturale, artistico e culturale dalle radici millenarie, di sapori e tradizioni, ma soprattutto incontreremo le persone e le comunità, coloro che quotidianamente vivono l’ingiustizia dell’occupazione eppure con grande dignità proseguono il loro cammino di vita

Visiteremo la Scuola di Gomme, una struttura scolastica in architettura bioclimatica che ha restituito il diritto all’istruzione a centinaia di bambini delle comunità beduine che risiedono in Area C. Assaporeremo l’ospitalità beduina, guidati da giovani e donne che nonostante i limiti imposti dall’espansione coloniale israeliana, promuovono percorsi di eco-turismo valorizzando la propria identità e cultura e contribuendo allo sviluppo socio-economico delle proprie comunità. Incontreremo donne e associazioni che promuovono forme di conoscenza del loro territorio e delle loro città, e piccole realtà produttive che valorizzano saperi e tradizioni locali realizzando manufatti artigiani.

Il viaggio giorno per giorno

1° Giorno

Al mattino presto incontro con l’accompagnatore in aeroporto e partenza in direzione di Tel Aviv. Arrivo in tarda mattinata, trasferimento a Betlemme e check-in in guest house. Nel pomeriggio passeggiata in città vecchia.

Cena e pernottamento a Betlemme.

2° Giorno

Al mattino passeggiata lungo il tratto di Muro che si incunea nella città di Betlemme per proteggere la tomba di Rachele e corre a ridosso del campo profughi di Aida, ora diventato luogo di protesta permanente tramite i graffiti di Banksy e di tanti altri street artist palestinesi e internazionali.

Per pranzo, street food in città vecchia.

Pomeriggio in città vecchia con visita alla Grotta del Latte e alla Chiesa della Natività, oggi meta di pellegrinaggio e teatro del famoso Assedio della Natività durante la Seconda Intifada nel 2002.

Cena e pernottamento a Betlemme.

3° Giorno

Al mattino trasferimento a Hebron e visita della città vecchia nei settori H1 e H2, Shoada street e la Moschea di Abramo.

Luogo sacro sia per l’Ebraismo che per l’Islam, è l’unica città palestinese nel cui centro storico
vivono coloni israeliani. Dal 1997 è divisa in due settori, separati da rigidi check-point:
H1 sotto controllo palestinese e H2 controllato dagli israeliani

Pranzo a Hebron ospiti di un famiglia locale e visita al laboratorio di pelletteria Peace Steps, progetto realizzato da Vento di Terra.

Nel pomeriggio rientro a Betlemme in guest house e incontro di approfondimento sul sistema di occupazione.

Cena e pernottamento a Betlemme.

4° Giorno

Al mattino partenza per una passeggiata attraverso gli uliveti tra Betlemme e il villaggio rurale di Battir. Con i suoi millenari terrazzamenti, Battir è la testimonianza di molti secoli di cultura e di interazione dell’uomo con l’ambiente: nel 2014 è valso il riconoscimento di sito patrimonio UNESCO, ottenuto grazie
alla determinazione dei suoi abitanti. In questo modo il villaggio è riuscito a evitare la costruzione del Muro, salvando i propri terreni agricoli. All’arrivo check-in in guest house, dove i bagagli verranno trasferiti con minivan privato.

Pranzo tradizionale cucinato da un’associazione femminile locale con i prodotti agricoli del villaggio.

Dopo pranzo breve visita ai siti di rilievo del villaggio e racconto della sua particolarissima storia da parte di alcuni suoi abitanti. A seguire lezione di cucina per imparare insieme a cucinare alcune specialità palestinesi.

Cena e pernottamento a Battir, assaporando i cibi preparati durante la lezione di cucina.

5° Giorno

Al mattino, trasferimento a Gerusalemme e check-in in guest house, appena fuori dalle mura della città vecchia.

A seguire, visita a piedi alla Spianata delle Moschee, dove si trovano il Duomo della Roccia e la Moschea al-Aqsa. La Spianata delle Moschee, Monte del Tempio per gli Ebrei, è terzo luogo più sacro per l’Islam e zona simbolo degli scontri fra Israele e palestinesi. Da qui prende il nome la Seconda Intifada del 2000, Intifada Al-Aqsa, il cui evento scatenante fu la passeggiata di Sharon proprio sulla Spianata.

A pranzo, street food in città vecchia.

Nel pomeriggio, passeggiata alla scoperta dei quartieri musulmano e cristiano della città vecchia, toccando la Porta dei Leoni, la casa di Sharon, il souk delle spezie e la Porta di Damasco, la via Dolorosa, il Santo Sepolcro, il Muro del Pianto.

Cena autogestita e pernottamento in guest-house a Gerusalemme.

6° Giorno

Al mattino trasferimento verso la zona dell’Orto dei Getsemani, alle pendici del Monte degli Ulivi e da lì verso la terrazza panoramica da cui si può ammirare la città dall’alto. Poco distante, uscendo dalle rotte turistiche, visita alla zona del Muro, che ha tagliato fuori dalla città i quartieri palestinesi più popolosi. A seguire, visita alla Scuola di Gomme nel villaggio beduino di Khan Al Ahmar, tra Gerusalemme e Gerico.

La scuola è un progetto realizzato e sostenuto da Vento di Terra. Costruita utilizzando duemila pneumatici usati per ridare il diritto all’istruzione ai bimbi delle comunità beduine che vivono in Area C, dal 2009 ospita ogni anno più di centocinquanta bambini. Circondati da insediamenti israeliani, esclusi da ogni servizio di base, i beduini vivono in condizioni di estrema marginalità.

Pranzo tradizionale beduino presso la comunità di Sea Level, ospiti di un’associazione locale che offre accoglienza turistica, sostenuta da Vento di Terra.

Dopo pranzo, relax nella tenda beduina e incontro con i referenti dell’associazione locale per conoscere la cultura beduina, ma anche la condizione di crescente emarginazione e i rischi a cui le comunità beduine residenti in area C sono esposte.

Rientro a Gerusalemme per la cena e il pernottamento.

7° Giorno

Al mattino presto, trasferimento verso il monastero di San Giorgio per una breve passeggiata immersi nel suggestivo paesaggio del deserto di Gerico, per arrivare a un punto panoramico da cui si gode la vista del monastero incastonato nella roccia.

Trasferimento a Gerico e visita al Palazzo di Hisham, famoso per il mosaico dell’Albero della Vita.

Pranzo cucinato da un’associazione femminile locale.

Rientro a Gerusalemme per una passeggiata dalla porta di Jaffa fino il quartiere ebraico della città vecchia, attraversando il Cardo romano, per arrivare al Muro del Pianto prossimi al termine dello Shabbath, il giorno di festa ebraico.

Cena e pernottamento a Gerusalemme.

8° Giorno

Al mattino dopo colazione trasferimento verso Tel Aviv, per una passeggiata nella città vecchia di Jaffa e sul lungomare.

A seguire trasferimento all’aeroporto di Tel Aviv per il rientro in Italia.

Quanto

Prezzo

Quote a persona per il viaggio di 8 giorni/7 notti

  • Gruppo di 10 persone: 1.250 euro
  • Gruppo di 8 persone: 1.375 euro

Cosa non è compreso

  • IL COSTO TOTALE ESPRESSO NON COMPRENDE

    • Il volo A/R tasse incluse (indicativamente a partire da 300€)
    • il trasferimento da/per gli aeroporti italiani
    • tutti gli altri pasti (9) per un costo medio a pasto stimato di 12€
    • ingressi o escursioni extra programma
    • mance autista stimate pari a circa 5€ al giorno a persona
    • i trasporti extra in taxi per andare a cena o per visite libere
    • assicurazione annullamento acquistabile in agenzia in concomitanza all’iscrizione al viaggio
    • eventuale supplemento stanza singola
    • eventuali supplementi per fluttuazioni del cambio euro/shekel
    • spese personali, extra in genere e quanto non espresso nelle voci sopra indicate

Cosa è compreso

  • IL COSTO TOTALE ESPRESSO COMPRENDE

    • sistemazione colazione inclusa in guest-house in camere a 2-3 letti con servizi privati
    • 4 pranzi e una cena presso le comunità e famiglie locali
    • minivan riservato a disposizione per tutti i trasferimenti e le escursioni
    • assicurazione sanitaria di emergenza e bagaglio
    • accompagnamento per tutta la durata del viaggio da parte dello staff di Vento di Terra
    • incontro di preparazione al viaggio e conoscenza
    • contributo ai progetti di Vento di Terra ONG pari a 150 euro (donazione detraibile legge n. 96 del 6 luglio 2012)

Info utili

Note di viaggio

Il programma di viaggio è indicativo può variare in base ad una serie di fattori non prevedibili in anticipo, o in relazione all’evolversi della situazione di sicurezza.

Nessuna vaccinazione obbligatoria.

Obbligatorio il passaporto con validità minima 6 mesi. Il visto di entrata lo si ottiene direttamente in aeroporto a Tel Aviv. In partenza da Tel Aviv è necessario recarsi all’aeroporto con 3 ore di anticipo.

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna. Per maggiori informazioni sulle vaccinazioni consultare la propria Asl.

Referente locale

Il viaggio sarà interamente accompagnato da un referente di Vento di Terra e lo staff in loco della ONG sarà presente alle visite ai progetti. Gli incontri con i referenti delle comunità locali si svolgeranno in inglese.

Quando

30 ottobre – 6 novembre 2022

Condizioni di realizzazione

Il numero minimo di partecipanti richiesto per la realizzazione del viaggio è di 8 persone. Il viaggiatore sarà informato 15 giorni prima della partenza del raggiungimento o meno del numero minimo di partecipanti.

Richiedi info e dettagli di viaggio