Carissimi amici,

guardiamo con apprensione all’emergenza COVID-19 in corso in Italia e negli altri paesi del mondo. In questo momento difficile, per salvaguardare la salute del nostro staff e delle loro famiglie, continuiamo a lavorare a distanza, in ottemperanza al DCPM 8 marzo 2020 che invita a limitare allo stretto necessario i contatti e a stare nelle proprie abitazioni. Dalle nostre case, il nostro lavoro prosegue con lo stesso impegno, per sostenere i nostri progetti in Palestina, Gaza, Giordania, Albania, Afghanistan.

Per qualsiasi necessità potete contattarci via email a ventoditerra@ventoditerra.org oppure al numero di telefono 327 201 99 44.

#restiamoacasa

“È un momento strano quello che stiamo vivendo, caratterizzato da notizie drammatiche e dalla necessità che ognuno faccia la sua parte per contrastare l’espandersi di un evento che mai nelle nostre vite avremmo immaginato di vivere. Un momento stra-ordinario, che ci mette di fronte alle nostre più grandi fragilità, come sistema sociale e come esseri umani, che desta preoccupazione ed apre a diverse riflessioni.

Come Vento di Terra, lavorando in aree di conflitto, conosciamo e lavoriamo in contesti toccati da eventi drammatici e grandi sofferenze, personali e collettive. Grazie al nostro lavoro abbiamo vissuto la forza generatrice che può nascere dai momenti di crisi più acuti. Abbiamo sperimentato in più parti, davanti a tragedie grandi come la guerra, che quando un sistema si rompe vi è una tensione a ricostruire un nuovo equilibrio, l’emergere di risorse latenti, la capacità creativa di resistere alle difficoltà e generare risposte trasformative, quel processo o capacità che chiamiamo “resilienza”.

Forse per questo, da parti diverse, ci viene proposto di pensare a questo momento come una opportunità, una occasione di crescita e ripensamento personale e collettivo. Questa crisi ci obbliga ad un cambiamento dei nostri stili di vita. Rispondendo alla richiesta di contenere i contagi, rimaniamo chiusi nelle nostre case, torniamo a dare senso e valore al tempo ed alle relazioni, ri-organizziamo il lavoro a distanza, riduciamo i consumi. Al contempo, la crisi ci fa toccare con mano gli effetti dei disinvestimenti in sanità e istruzione pubblica fatti negli ultimi decenni a favore di maggiori investimenti in armamenti, e altri effetti di politiche del lavoro che hanno smantellato i sistemi di tutela aumentando il numero di lavoratori precari e autonomi che oggi si trovano alla mercé della crisi.

In questo momento drammatico per il nostro paese, esprimiamo vicinanza per tutti coloro che sono stati direttamente toccati dalla diffusione del COVID-19, che stanno rischiando la propria vita, che sono lontani dai propri cari, che stanno perdendo il proprio lavoro. Grande vicinanza ci è stata dimostrata da tutte le persone che collaborano al progetto di Vento di Terra nel mondo. Abbiamo ricevuto messaggi commossi dalla Palestina, da Gaza, dall’Afghanistan, dai maestri che vivono nei campi informali siriani in Giordania, dai colleghi albanesi. Una preoccupazione sentita verso il nostro paese che ci arriva da chi spesso non ha nemmeno l’acqua per lavarsi le mani. Un impeto di solidarietà che commuove e illumina questi giorni bui.

Sapendo che l’onda pandemica si sta espandendo velocemente in tutto il mondo, avendo notizia dei casi registrati in Albania, in Afghanistan, in Palestina, in Giordania, e seguendo da vicino ciò che sta accadendo in questi paesi, il nostro pensiero non può che andare anche a loro e a tutte le persone, bambini, donne, giovani, adulti e anziani, che nel pieno della loro povertà, nel disastro lasciato da guerre finite o in corso, dovranno affrontare anche questo nuovo evento, una nuova crisi nella crisi.

Per Vento di Terra, in questo momento di crisi, ripensare tutto oggi significa anche rimettere al centro i diritti delle persone, la tutela dell’ambiente, la costruzione di un futuro possibile. In questo momento così drammatico per noi italiani, nei momenti futuri che vedranno altri paesi cadere vittime di questa stessa pandemia, chiediamo di tenere alta l’attenzione ai diritti delle persone.

Insieme, attraverseremo questo tempo difficile, noi e loro.” 

Barbara Archetti
Presidente di Vento di Terra ONG

Da Betlemme, un bellissimo messaggio di vicinanza e solidarietà al popolo italiano: