Prosegue la distribuzione di kit igienici e sanitari alle famiglie di Um al Nasser, Striscia di Gaza. Nelle scorse settimane 123 famiglie si sono recate presso il centro per l’infanzia La Terra dei Bambini per ritirare il pacco a loro destinato.

“In questo momento critico legato alla pandemia”, racconta Fatima, direttrice della Terra dei Bambini e coordinatrice del programma di emergenza COVID ad Um al Nasser, ”è indispensabile e urgente una azione di supporto alle famiglie della comunità che si trovano in una difficile situazione economica e sociale. Senza di questo, le famiglie qui non avrebbero nulla con cui proteggersi e i rischi per loro sarebbero ancora più alti. Le famiglie sono state soddisfatte e contente di ricevere del materiale utile a contrastare il virus, in molti mi hanno ringraziato ripetutamente sottolineando l’importanza di ricevere questo materiale.”

“All’inizio di Maggio – prosegue Fatima –  è cominciata la campagna di sensibilizzazione “Home to Home” portata avanti dallo staff del centro per le donne Zeina, con l’aiuto prezioso di alcuni volontari e volontarie. La comunità ha avuto modo di essere costantemente sensibilizzata in merito al Coronavirus, ragione che ci ha convinto ancora di più dell’importanza di realizzare un’azione concreta predisponendo un acquisto di prodotti igienici e sanitari difficilmente reperibili da chi versa in gravi condizioni economiche.”

Il kit contiene: 2 flaconi da 4 litri di liquido clorurato antibatterico per la pulizia delle superfici, 1 flacone di disinfettante antibatterico multiuso, 6 saponi antibatterici per la disinfezione del corpo, 10 pacchi di salviette antibatteriche monouso, 10 mascherine, 1 pacco da 24 rotoli di carta igienica. Sono inoltre stati acquistati gel per la disinfezione delle mani, guanti e mascherine per gli operatori che si occupano della distribuzione dei pacchi alle famiglie.

Lo staff di Zeina ha coordinato l’intervento focalizzandosi su tutte quelle famiglie a rischio di rimanere escluse dagli aiuti, sempre Fatima riporta: “Ci siamo resi conto che qualcuno purtroppo non riusciva a ricevere nessun aiuto concreto. In questa fase è importante che nessuno resti indietro o invisibile, non bisogna ancora abbassare la guardia”.

Grazie alla conoscenza del territorio e dei nuclei famigliari è stato quindi possibile raggiungere con certezza le persone più bisognose.

Per quanto la situazione a Gaza rimanga stabile in termini di diffusione del virus, a breve quasi tutte le attività riprenderanno normalmente, per questo motivo appare ancora più necessario proteggersi da un possibile contagio.

Grazie di cuore a tutte le persone che fino ad oggi hanno donato un kit sanitario ad una famiglia! Con il vostro contributo siamo riusciti a raggiungere 123 famiglie, ma vogliamo fare ancora di più!

DONA ANCHE TU UN KIT SANITARIO AD UNA FAMIGLIA DI GAZA

Insieme a te possiamo garantire un aiuto constante e concreto a chi si trova in grave difficoltà!

#insiemesipuò!

COSA PUOI FARE IN PALESTINA E GIORDANIA CON LA TUA DONAZIONE

Puoi scegliere di fare la tua donazione tramite bonifico bancario, carta di credito o paypal CLICCANDO QUI

Ecco le prime foto della distribuzione dei kit alle famiglie di Um al Nasser, a Gaza: