Arrivata in Giordania sei anni fa con tutta la famiglia, Rawan ha trovato nuovi amici al centro educativo di Mafraq e una nuova vita!

“Mi chiamo Rawan e ho 12 anni. Vengo dalla città di Homs e sono arrivata in Giordania nel 2011 con i miei genitori e i miei fratelli. In famiglia siamo 8: mio padre, mia madre, le mie tre sorelle, i due miei fratelli ed io. Io e i miei fratelli studiamo nella scuola pubblica e nel centro educativo di Mafraq. Mia sorella maggiore ha studiato farmacia e adesso aiuta mia madre a casa. Uno dei due miei fratelli ha finito di studiare e adesso aiuta mio padre. Mio padre fa il barbiere.

Siamo fuggiti dalla Siria per proteggere mia madre e i miei fratelli: mia madre era terrorizzata per la sua gravidanza e anche mia zia voleva andare in Giordania. La mia famiglia e tutto il nostro vicinato volevano andarsene.

Quando eravamo in Siria, io e i miei fratelli abbiamo continuato ad andare a scuola perché si trovava vicino a casa. Ma avevamo sempre paura delle bombe, anche quando si stava seduti in casa. Ero molto piccola allora, eppure mi ricordo che succedevano cose non umane… Anche se ne avessi l’opportunità, oggi non ritornerei più in Siria.
In Giordania è meglio: qui è sicuro quando vogliamo uscire di casa, mentre in Siria non potevamo camminare da una stanza all’altra della casa senza aver paura che venisse colpita da un bombardamento.

Quando siamo arrivati in Giordania, avevamo in mente di fermarci solo per un mese. Mia madre non voleva ritornare in Siria e così abbiamo deciso di rimanere. In Giordania c’è un buon livello di educazione e nella scuola di Mafraq ho praticamente imparato tutto, soprattutto ho imparato a leggere, grazie al professore Fouad! Sono molto contenta di studiare nella scuola di Mafraq, qui tutti ti vengono in aiuto quando non sai qualcosa. Non penso ci sia un posto migliore di questo.

Da grande, Rawan vuole fare la pediatra.

Con il tuo contributo possiamo aiutare più bambini come Rawan!