Il documentario realizzato da Ilaria Donato sulla realtà del Centro per le Donne di Um al Nasser partecipa alla rassegna del cinema documentario "Meridiano Zero"

Alla distanza di 11°15’ dal meridiano di Greenwich, in direzione est, corre il meridiano zero della carta di Peters, la proiezione del mondo che rappresenta le dimensioni dei Paesi come direttamente proporzionali alle loro superfici. Quel meridiano, asse longitudinale di una carta che intende riflettere con equità la grandezza dei territori, attraversa la città di Firenze e da questa prende il nome di Florence Meridian.

E’ una carta originale, quella di Peters, che offre una visione del mondo diversa da quella abituale, necessariamente imperfetta ma accurata nel cogliere aspetti che sfuggono alle percezioni convenzionali. Con un’attenzione particolare alla rilevanza dei luoghi e dei popoli che si trovano nella fascia tropicale del pianeta.

Ispirati da una simile ricerca di visioni altre e possibili, l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo e il Festival dei Popoli di Firenze (FDP) sono lieti di presentare “meridiano ZERO”, una rassegna cinematografica dedicata ai Paesi e i temi di riferimento della Cooperazione italiana che sarà proposta nell’ambito della 58° edizione del Festival dei Popoli, in programma a Firenze dal 10 al 17 ottobre 2017.

35 documentari che raccontano storie di uomini, donne e comunità in 21 Paesi del mondo. Sedici di queste opere saranno proiettate sugli schermi dello Spazio Alfieri e della sede AICS di Firenze. Tra queste ci sarà anche il documentario sullo Zeina Women Center di Um al Nasser, Striscia di Gaza, realizzato da Ilaria Donato per Vento di Terra.

Ecco il bellissimo documentario, buona visione!