Mentre proseguono i lavori di ristrutturazione delle scuole, iniziano anche le attività di formazione per gli operatori e gli insegnanti

I lavori sono iniziati!

Il progetto di emergenza per la riabilitazione delle scuole e il miglioramento dei servizi educativi per i profughi siriani e le comunità ospitanti nei governatori di Amman e Zarqa sta prendendo forma e siamo ad oggi a circa l’80% dei lavori.

Tre sono le scuole target nelle zone di Zarqa e Amman est e centro. Vento di Terra e Terre des Hommes organizzeranno successivamente alla loro riabilitazione anche dei training per gli educatori dei diversi centri e una campagna di sensibilizzazione delle famiglie sui temi della disabilità e dell’ambiente.

I primi training sono già partiti questo mese di agosto: le attività sono iniziate con una prima formazione da parte di Barbara Archetti, formatrice esperta in alternative and positive learning, per il gruppo di 8 outreach workers. I temi trattati sono stati nello specifico:

  • Disabilità
  • Protezione dell’ambiente
  • Comunicazione efficace
  • Attività da svolgere nelle scuole
  • Training per educatori

Il team si è dimostrato da subito particolarmente attento e collaborativo, caratteristica che è stata confermata da un secondo training effettuato dalla volontaria Francesca Abate.

Le giornate dedicate a questa seconda formazione sono state due: nella prima si è cercato di informare il team in modo più approfondito sul tema della disabilità, attraverso una serie di video esplicativi. Si è passati poi alla raccolta delle diverse idee con il metodo del Stream of Cosciousness; tale attività ha permesso al team di esprimersi liberamente, per poi creare uno slogan efficace. È stata successivamente effettuata una selezione delle frasi migliori, tra cui:

  • inner changes create the outer changes
  • ability is stronger then disability
  • none of us is ordinary, we are all extraordinay
  • see them, don’t just look

Lo stesso metodo è stato utilizzato nella seconda giornata di formazione sul tema ambientale. Nuovamente le ragazze sono riuscite a mettere in campo la loro conoscenza del contesto e la loro creatività, che si è espressa in disegni e slogan altrettanto significativi:

  • Nature is a drawing, just make a beautiful one
  • Your school is your second home, keep it clean!
  • Be helplful to your environment, it will be beautiful
  • EYE Embrace Your Environment

Nelle stesse giornate sono state anche decise alcune attività per gli open day nelle scuole, come la distribuzione di borracce per combattere lo spreco di plastica e un relativo workshop per la loro decorazione, oltre che una campagna informativa per spiegare il corretto funzionamento della raccolta differenziata.

Dopo le due giornate di training, il team ha impostato un flyer contenente una descrizione generica del progetto, uno slogan per ognuno dei due temi approfonditi e delle buone pratiche da adottare per migliorare il comportamento individuale e comunitario a scuola. Tale brochure sarà necessaria per la campagna di sensibilizzazione attraverso gli open day e le visite famiglia per famiglia.

Il lavoro non è concluso, ma si respira aria di creatività e cooperazione in queste giornate di formazione; e se è vero, come è stato argomentato durante i training, che “la scuola ci fa crescere, è una seconda casa e per questo va rispettata”, allora qui siamo sulla strada giusta!

Ecco qualche foto dei lavori di ristrutturazione: