In partenza il nuovo progetto che prevede l'ampliamento della scuola di Al Jabal, con due aule in più, e il miglioramento del cortile esterno

Grande emozione ieri durante la prima visita tecnica alla scuola primaria di Al Jabal. Il referente della comunità, Ali Abu Ghalia, ha accolto la delegazione di Vento di Terra, formata da Serena Baldini e Paolo Restelli, il nuovo capo progetto che seguirà i lavori di ampliamento della scuola. Alcuni bambini sono accorsi curiosi di scoprire cosa succederà alla loro bellissima scuola.

Vento di Terra ha realizzato l’ala ovest del plesso l’anno scorso, grazie a fondi del programma OCHA HRF. L’edificio a basso impatto ambientale, progettato da Arco’, è stato realizzato con la tecnica dei gabbioni di sassi e ad oggi comprende 6 aule, un’aula professori, la direzione e i servizi igienici. Grazie a fondi della Cooperazione Italiana (programma 10736) la scuola verrà ampliata con due classi aggiuntive e l’area esterna del cortile ombreggiata e resa più fruibile agli alunni.

La visita di ieri ha permesso al capo progetto Paolo Restelli di raccogliere dati, misurazioni, rilevare problemi e valutare possibili soluzioni, grazie anche al prezioso confronto con il referente della comunità locale, che della scuola conosce ogni centimetro. Il prossimo passo sarà finalizzare il computo metrico ed entro l’inizio dell’anno scolastico, previsto per fine agosto, si prevede di aver selezionato la ditta locale che verrà incaricata dei lavori.

Giorni ricchi di attività ed entusiasmo questi, che ci fanno già immaginare la scuola più grande e bella e pronta ad accogliere almeno 50 nuovi alunni. Piccoli semi che costruiscono il futuro, pensando che l’istruzione sia la vera e più efficace “arma” per la libertà!

Nella foto il referente della comunità di Al Jabal, Ali Abu Ghalia, il Capo Progetto Paolo Restelli e Samah Tamimi di Vento di Terra

Taggato con: , , ,