Sono trascorsi oltre 10 giorni dalla ripresa dei bombardamenti a Gaza: numerosi bombardamenti notturni dell’esercito israeliano, principalmente a nord della Striscia, in risposta ai lanci di palloncini incendiari da Gaza.
Al dramma dei bombardamenti si aggiunge quello della mancanza di energia elettrica, il divieto di pesca e il blocco dei fondi mensili del Qatar. A seguito della decisione da parte delle autorità israeliane di chiudere i valichi e bloccare il passaggio delle merci, si è spenta da qualche giorno anche l’unica centrale elettrica di Gaza, a causa della mancanza di gasolio, lasciando così due milioni di abitanti con circa 4 ore di elettricità al giorno.

Da Um Al Nasser lo staff locale di Vento di Terra rassicura sull’incolumità dei suoi abitanti, tuttavia i bambini sono terrorizzati dai bombardamenti costanti dell’ultima settimana. Fatima, Coordinatrice della Terra dei Bambini racconta: “Sono giorni che bombardano… ci siamo abituati, ma quando c ‘è chi dice <<è normale>> beh non lo è… non è normale non riuscire a dormire perchè bombardano vicino casa tua, non è normale dover rassicurare i bambini, terrorizzati dal suono delle bombe”.

Nonostante i giorni difficili, vanno avanti le attività del progetto “Terra dei bambini: pratiche di resilienza e inclusione sociale a Gaza”, finanziato dalla Tavola Valdese. Oggi, lunedì 24 agosto, è iniziato un percorso di Capacity Building per le donne del direttivo del centro Zeina, nel rispetto delle procedure anti COVID. La formazione ha come obiettivo il rafforzamento delle competenze organizzative di Zeina NGO, nell’ottica di un miglioramento dei servizi offerti, e  delle capacità di risposta ai bisogni delle donne beduine.

Un altro percorso partirà a Settembre, volto a potenziare le competenze delle social workers e delle maestre della Terra dei Bambini. Tra le finalità del progetto, l’intenzione di promuovere il centro per le donne Zeina e il centro per l’infanzia “Terra dei Bambini” come centri di good practices e di esperienze da poter condividere con altre realtà del territorio.

Nel frattempo, si lavora ai preparativi della riapertura della Terra dei Bambini, prevista per il 6 settembre: sostituzione di vecchi mobili e attrezzature e nuovo materiale educativo!

Vento di Terra esprime tutta la sua solidarietà al popolo di Gaza!

Le foto della prima giornata di capacity building nel centro per le donne Zeina: