La nostra coordinatrice locale palestinese Sara ha ottenuto il permesso per attraversare il valico di Erez: per lei è stata la prima volta fuori dalla Striscia e la sua prima visita a Gerusalemme!

Tra i vantaggi che possono essere concessi allo staff che lavora per una ONG internazionale vi è a volte la possibilità di fare quello che un tempo era considerato impossibile. Questo può essere confermato da Sara Alafifi, coordinatrice locale palestinese di Vento di Terra per il progetto: “Promozione del centro Beduino “la Terra dei bambini” come laboratorio partecipativo per lo sviluppo della comunità nella striscia di Gaza”, finanziato dall’Unione Europea e realizzato da Vento di Terra ONG nel villaggio beduino di Um Al Nasser. L’impossibile citato qui è per una ragazza palestinese di Gaza per essere in grado di attraversare confine Erez nell’altro lato.

Mercoledì 24 marzo 2015, Sara Alafifi ha attraversato il valico di Erez per la prima volta nella sua vita, con un permesso rilasciato grazie alla richiesta di Vento di Terra ONG. Insieme a lei c’erano anche Cinzia Rizzioli, responsabile del progetto e Mitia Aranda, architetto che segue i lavori di costruzione del nuovo Woman Center. Questo viaggio ha avuto come principale obiettivo l’incontro con  Beatrice Campodonico, task manager dell’ufficio UE a Gerusalemme.

L’incontro ha avuto luogo Giovedi mattina alle 11:00. La dott.ssa Campodonico ha ricevuto lo staff di Gaza, Sara, Cinzia e Mitia, in modo molto caloroso. E dato che era la prima volta per Sara e Mitia nell’ufficio dell’UE a Gerusalemme, la dott.ssa Campodonico ha domandato circa il loro ruolo nel progetto, quali progressi hanno fatto verso il raggiungimento dei risultati previsti, e le loro impressioni sul lavoro finora affrontato. Ha anche ascoltato con attenzione domande e commenti che Sara e Mitia avevano sulla loro esperienza di lavoro con l’Unione Europea. Dopo di che ha dato loro buoni consigli su come affrontare alcuni ostacoli che potrebbero affrontare lungo la strada lavorando su questo tipo di progetto.

Alla fine, possiamo dire che l’incontro è stato produttivo, soddisfacente ed è valso il tempo e lo sforzo dato per essere organizzato.

Cinzia Rizzioli
Project Manager VdT

Taggato con: ,