Vento di Terra avvia una campagna di sensibilizzazione nel nord della Striscia di Gaza con la distribuzione di brochure e kit per l'igiene

Durante le giornate di sabato e domenica scorse la nostra Fatima, direttrice del centro per l’infanzia “La Terra dei Bambini” nella Striscia di Gaza, con l’aiuto di alcune volontarie di Zeina Women’s Center e di 5 infermiere della clinica Um Al Nasser Health Center, ha iniziato una campagna di sensibilizzazione come misura di contrasto al COVID-19: la delegazione ha visitato le famiglie casa per casa, con le dovute precauzioni, informando le persone sui comportamenti da seguire per diminuire i contagi. Sono stati anche distribuiti materiali informativi messi a disposizione dal Palestinian Medical Relief Society, organizzazione attiva nel prevenire la diffusione del virus nelle province della Striscia di Gaza. Solo nelle due giornate di sensibilizzazione sono state raggiunte ben 200 famiglie!

“All’inizio erano sorpresi di vederci in casa loro”, ci racconta Fatima, che è anche membro del comitato per la gestione dell’emergenza COVID-19 del comune di Um al Nasser, “ma le reazioni sono state positive, sono stati felici di sentirsi coinvolti e i bambini non vedevano l’ora di farci vedere quanto sono bravi a lavarsi le mani e lo mostravano a genitori e parenti”.

I numeri dei guariti (saliti a 6) fanno sperare in scenari positivi, ma non si può assolutamente abbassare la guardia soprattutto in un contesto delicato come quello di Gaza. Per questo motivo si andrà avanti nella condivisione di buone prassi e distribuzione di brochure sanitarie durante tutta la settimana.

Secondo i dati UN OCHA, al 7 aprile, sono 260 i palestinesi confermati positivi in Palestina, di cui 247 in Cisgiordania (esclusi i palestinesi di Gerusalemme est) e 13 nella Striscia di Gaza.

Vento di Terra sta organizzando anche la distribuzione di piccoli kit composti da mascherine, sapone igienizzante e alcol per disinfettare; i kit saranno pronti a breve e distribuiti alla popolazione di um al Nasser.