Per continuare a sostenere il centro educativo di Mafraq e gli interventi psicosociali nei campi profughi abbiamo bisogno del tuo aiuto! Questo Natale scegli il diritto all'educazione

L’insegnamento è una pratica che coinvolge gli altri. Non basta studiare e spiegare per se stessi, bisogna capire le necessità degli studenti e coinvolgerli. Il mio obiettivo è aiutare questi bambini: desidero per loro il miglior livello di educazione possibile, così che non falliscano in futuro. Più di una casa, del cibo, dei vestiti, la nostra educazione è qualcosa che nessuno può portarci via. Forse non potremo dimenticare il passato, ma dobbiamo vivere felicemente il presente, per poter pianificare il futuro.

Così Hussien, insegnante presso il centro educativo di Mafraq, in Giordania, anch’egli fuggito dalla guerra in Siria, ci spiega perchè l’educazione è per le famiglie siriane la cosa più importante che cercano per i propri figli: un momento di quotidianità, di normalità, di condivisione che li aiuta a superare i traumi della guerra, ritrovare il senso e la vita, ricostruire fiducia verso il mondo.

Vento di Terra opera in Giordania dal 2013 per avviare e sostenere centri scolastici per i bambini profughi siriani: ad oggi sono due i centri attivi, oltre ai numerosi interventi educativi e psicosociali nei campi profughi informali.

Aiutaci a mantenere attivi i nostri progetti educativi per i bambini siriani!

Sostieni anche tu l’educazione dei bambini,
questo Natale dona un sorriso!

Ecco cosa puoi fare:

“La scuola come luogo fisico lontano dall’alienazione del campo, ma anche luogo di ri-costruzione per il loro futuro.” – La testimonianza di Marina, viaggiatrice solidale con Vento di Terra in Giordania

 Questo Natale il regalo più bello è il sorriso di tanti bambini!
GRAZIE!