70 anni di diritti negati: giornata mondiale di solidarietà con il popolo palestinese

Il 29 novembre di ogni anno l’ONU celebra la Giornata Mondiale di Solidarietà con il Popolo Palestinese, in virtù del mandato conferito dall’Assemblea Generale il 2 dicembre 1977.

La Giornata Mondiale di Solidarietà ha tradizionalmente rappresentato un’opportunità per la comunità internazionale di portare la propria attenzione sul fatto che la questione palestinese è ancora irrisolta e che il popolo palestinese deve ancora vedere conseguiti i propri inalienabili diritti così come sanciti dall’Assemblea Generale, cioè, il diritto all’autodeterminazione senza interferenze esterne, il diritto a indipendenza e sovranità nazionali, e il diritto di fare ritorno alle proprie dimore e rientrare in controllo dei propri beni dai quali sono stati allontanati.

In risposta all’appello delle Nazioni Unite, governi e società civile organizzano ogni anno una vasta gamma di attività per celebrare la Giornata di Solidarietà.

In Italia la celebrazione della Giornata ONU di Solidarietà con il Popolo è promossa da Società Civile Palestina (SCP), rete di organizzazioni a vario titolo e missione impegnate per l’affermazione dei diritti dei popoli che ha avviato a Torino un gruppo promotore facilitato dal Centro Studi Sereno Regis.

 

L’appuntamento è per SABATO 1 DICEMBRE dalle ore 9:30 presso il Collegio San Giuseppe, via San Francesco da Paola 23, Torino

 

Interventi di:

Grazia Careccia, già Direttrice del Dipartimento di Ricerca del Centro per i Diritti Umani AL HAQ attivo a Ramallah.
Mahmoud ABU RAHMA, Direttore del Centro Diritti Umani Al Mezan di Gaza e membro di EuroMed Rights.
Ramzy Baroud, giornalista e scrittore palestinese, editorialista per varie testate, editore di Palestine Chronicle.
Dr Raed Sabbah, presidente dell’UHCC (Union Health Care Committee) l’organizzazione sanitaria attualmente attiva in Gaza, dove lavora come medico.
Nadia Harhasch giornalista e blogger palestinese di Ramallah cura in particolare i diritti delle donne nella società palestinese.
Ronnie Barkan, ebreo israeliano di Tel Aviv, dissidente ed attivista più volte arrestato per le proteste contro l’occupazione e contro le violazioni del Diritto Internazionale.
Salma Karmi Ayyoub, avvocata penalista palestinese, consulente per l’organizzazione per i Diritti Umani Al Haq, attiva presso la Corte Penale Internazionale.

 

Programma (9.00 – 17.30):

Mattina – La Palestina a 70 Anni dalla Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo
Facilitatrice: Grazia Careccia
Relatori e Relatrici:
Salma Karmi – 1948-2018 Frammenti di Palestina
Ramzi Baroud – L’ONU di fronte alla questione palestinese
Mahmoud Abu Rahma – Il diritto all’autodeterminazione: lo status della Striscia di Gaza
Raed Sabbah – Gli effetti degli attacchi militari sulla Striscia di Gaza: disabilità e salute mentale
Pomeriggio – resistenza, dissenso, solidarietà, impegni della società civile e politica
Nadia Harhash – 1948-2018 I molteplici fronti della resistenza Palestinese
Ronnie Barkan – Il diritto internazionale, Israele e il processo di empasse-peace
Andrea (Progetto Palestina) – Il diritto al boicottaggio, il dovere della sanzione
Interventi della Società Civile e Politica

Scarica la locandina dell’evento: