Il progetto ha come obiettivo la realizzazione di un percorso di educazione alla cittadinanza attiva avvicinando i ragazzi ai temi della partecipazione, della rappresentanza e alla gestione del bene pubblico.

Il percorso intende offrire agli alunni delle medie inferiori l’opportunità di confrontarsi, progettare e riflettere sui temi della cittadinanza attiva, dei processi democratici e della multiculturalità. I ragazzi saranno accompagnati da un esperto dell’associazione Vento di Terra in un percorso di approfondimento dei meccanismi che presiedono alla gestione del bene pubblico e all’elezione del governo locale. Si favorirà una riflessione partecipata sull’importanza di tutelare e proteggere i diritti dei minori, ed in particolare il diritto all’istruzione. Sul modello del Consiglio Comunale di Buccinasco, i ragazzi realizzeranno una propria campagna elettorale per l’elezione di assessori e sindaco. Il CCR realizzerà delle ricerche sul territorio, indagini sui bisogni dei loro coetanei, pervenendo alla definizione di proposte operative, da sottoporre agli assessorati competenti e al Consiglio Comunale di Buccinasco.

Il percorso riprende l’esperienza realizzata da Vento di Terra con la Municipalità di Buccinasco tra il 2009 e il 2011, che diede vita al primo Consiglio Comunale dei Ragazzi. Partendo dall’analisi della situazione dei coetanei nei contesti in conflitto, come i minori profughi siriani rifugiati in Giordania, s’intende stimolare la comprensione delle difficoltà rispetto al diritto allo studio vissute dai coetanei in fuga dalla guerra. Particolare spazio verrà dato alla sensibilizzazione sulla condizione dei minori nei territori dove l’Associazione opera, in particolare Palestina e Giordania. Il tema sarà proposto attraverso strumenti e linguaggi adatti ai ragazzi, utilizzando video, immagini e testimonianze di pari.

Attraverso strumenti di animazione che favoriscono la partecipazione attiva dei soggetti coinvolti (giochi di ruolo, drammatizzazioni), l’educatore orienterà i ragazzi verso la realizzazione di un processo decisionale consapevole. Oltre all’aspetto più propriamente laboratoriale, sarà posta particolare attenzione a condividere con i gruppi classe la struttura del meccanismo elettorale: dalla presentazione della candidatura alla campagna elettorale, a come avvengono elezioni e scrutini. Verranno inoltre privilegiati strumenti mirati a stimolare la riflessione sui temi della multiculturalità e dello sviluppo di una cultura di pace.

Grazie alla mediazione dell’educatore, si sperimenteranno i passaggi che strutturano un processo democratico. Si approfondiranno i meccanismi del lavoro di gruppo, il confronto e la mediazione, il processo decisionale, l’accettazione del pensiero degli altri, il meccanismo della delega e della rappresentanza. I percorsi permetteranno ai ragazzi di attuare il meccanismo di votazione in modo consapevole ed essere partecipi dell’elezione democratica dei propri rappresentanti e del percorso che ne seguirà con lo sviluppo delle attività del loro Consiglio Comunale.

Le attività del CCR procederanno mantenendo uno stretto contatto con i gruppi classe e gli istituti di riferimento. A loro volta i consiglieri diverranno portavoce delle proposte durante gli incontri del CCR, per valutarne contenuti e realizzabilità. L’educatore avrà cura di comunicare al gruppo gli strumenti per coinvolgere i compagni di classe, e di informare costantemente gli insegnanti coinvolti, di mantenere vivo il rapporto rappresentanti-rappresentati. Durante il percorso il gruppo verrà formato al tema dei processi democratici e della rappresentatività, acquisendo progressivamente autonomia e capacità decisionale.