Errore sul database di WordPress: [ALTER command denied to user 'Sql211879'@'62.149.141.98' for table 'wp_itsec_log']
ALTER TABLE wp_itsec_log CHANGE COLUMN `log_id` log_id bigint(20) UNSIGNED NOT NULL AUTO_INCREMENT

Errore sul database di WordPress: [ALTER command denied to user 'Sql211879'@'62.149.141.98' for table 'wp_itsec_log']
ALTER TABLE wp_itsec_log CHANGE COLUMN `log_user` log_user bigint(20) UNSIGNED

Errore sul database di WordPress: [ALTER command denied to user 'Sql211879'@'62.149.141.98' for table 'wp_itsec_lockouts']
ALTER TABLE wp_itsec_lockouts CHANGE COLUMN `lockout_id` lockout_id bigint(20) UNSIGNED NOT NULL AUTO_INCREMENT

Errore sul database di WordPress: [ALTER command denied to user 'Sql211879'@'62.149.141.98' for table 'wp_itsec_lockouts']
ALTER TABLE wp_itsec_lockouts CHANGE COLUMN `lockout_user` lockout_user bigint(20) UNSIGNED

Errore sul database di WordPress: [ALTER command denied to user 'Sql211879'@'62.149.141.98' for table 'wp_itsec_temp']
ALTER TABLE wp_itsec_temp CHANGE COLUMN `temp_id` temp_id bigint(20) UNSIGNED NOT NULL AUTO_INCREMENT

Errore sul database di WordPress: [ALTER command denied to user 'Sql211879'@'62.149.141.98' for table 'wp_itsec_temp']
ALTER TABLE wp_itsec_temp CHANGE COLUMN `temp_user` temp_user bigint(20) UNSIGNED

Errore sul database di WordPress: [INSERT command denied to user 'Sql211879'@'62.149.141.98' for table 'wp_itsec_log']
INSERT INTO `wp_itsec_log` (`log_type`, `log_priority`, `log_function`, `log_date`, `log_date_gmt`, `log_host`, `log_username`, `log_user`, `log_url`, `log_referrer`, `log_data`) VALUES ('backup', 3, 'Database Backup Executed', '2019-09-16 18:57:50', '2019-09-16 16:57:50', '', '', '0', '', '', 'a:1:{i:0;a:2:{s:6:\"status\";s:7:\"Success\";s:7:\"details\";s:13:\"saved locally\";}}')

La Terra dei Bambini Archivi - Vento di Terra ONG La Terra dei Bambini Archivi - Vento di Terra ONG

La Striscia di Gaza sta affrontando dal punto di vista sociale ed economico una situazione drammatica, resa sempre più grave da una combinazione di diversi fattori quali il blocco di beni, merci e servizi, la disoccupazione, le chiusure e le restrizioni imposte ai lavoratori ed alle industrie.

Il villaggio di Um Al Nasser si trova in una zona molto particolare, dal punto di vista geografico e politico. Sito vicino al valico di Eretz, unica porta verso Israele, sul confine della No Go Zone, un’area di 500 metri vietata agli umani così come alle capre, circondato dai bacini di raccolta delle acque nere provenienti da tutto il nord della striscia di Gaza, si caratterizza come il paese con le peggiori condizioni ambientali, sociali ed economiche di tutta la Striscia.

Um Al Nasser è l\’unico comune beduino della Striscia di Gaza; ha una popolazione di 5.000 persone, di cui il 95% registrati come rifugiati e di cui il 60% sono bambini.  Il tasso di disoccupazione, estremamente elevato, è pari all’80 % della popolazione, quasi il doppio della media regionale della Striscia.

Nella condizione di estrema povertà in cui si trova il villaggio, anche la situazione socio sanitaria è particolarmente grave, in particolare per quanto riguarda la relazione tra salute e nutrizione. Malnutrizione e denutrizione sono infatti diffuse e influenzano negativamente lo sviluppo fisico dei minori, già segnati da sindromi di Stress Post Traumatico (PTSD), difficoltà di concentrazione, disturbi dell’apprendimento e comportamentali.

In questo drammatico contesto, il centro “La Terra dei Bambini” offre ai minori ed alle loro famiglie un importante servizio di supporto e sostegno, centrato sulla promozione delle poche ma importanti risorse locali, sia in termini materiali che umane e relazionali.

Importante riferimento per tutta la comunità, il centro offre non solo servizi, ma un luogo bello, sereno e dignitoso dove trovarsi, discutere, sperimentare. È diventato così un laboratorio territoriale per la promozione di buone prassi in ambito educativo, diffondendo in un contesto difficile e drammatico, l’importanza di lavorare attraverso metodi innovativi, capaci di valorizzare il gioco e la comunicazione non violenta, un approccio diverso e possibile alla soluzione dei problemi, al superamento del trauma, alla costruzione di un nuovo e positivo sé sociale, nel pieno rispetto dei valori e dei principi della tradizione beduina.

Progetti

Una Biblio-TukTuk per i bambini di Gaza

L'idea del progetto è realizzare una biblioteca mobile, un tuk tuk allestito con tanti libri, pronto per girare le strade di Gaza, per intercettare i bambini che ci vivono e passano gran parte del loro tempo. L'obiettivo principale è favorire la creazione di spazi di aggregazione attraverso l’uso del libro come strumento di relazione e di elaborazione del trauma.

Ricostruito il centro per l'infanzia La Terra dei Bambini

Il progetto è teso a fornire supporto psicosociale ed educativo ai minori e alle famiglie beduine del villaggio di Um Al Naser, pesantemente colpito dall’attacco militare israeliano “Protective Edge”, durante l’estate 2014, che tutt’ora vivono in una drammatica situazione. In particolare il progetto prevede la ricostruzione del centro “La Terra dei Bambini”, distrutto durante l’operazione militare

Un laboratorio partecipato per lo sviluppo della comunità

L'economia di Gaza deve affrontare una situazione drammatica. Con una combinazione di disoccupazione, blocco, chiusure e restrizioni, la recente operazione militare ha ulteriormente paralizzato i margini per uno sviluppo economico, distruggendo gran parte delle risorse produttive rimanenti, riducendo drasticamente le già carenti opportunità di lavoro. Una parte enorme della popolazione (79,4%) vive al di sotto

Nutrizione e salute

Grazie alla costruzione e equipaggiamento di una nuova struttura in architettura bioclimatica, è stata implementata una cucina comunitaria in grado di offrire pasti sani e bilanciati alla popolazione locale e allo stesso tempo incaricata di realizzare attività promozione e sensibilizzazione nutrizionale e socio-sanitaria. La cucina comunitaria vede il coinvolgimento attivo di 6 donne beduine, adeguatamente

Un ambulatorio pediatrico a Um al Nasser

Negli ultimi anni le condizioni sanitarie ed ambientali del villaggio beduino di Um Al Naser sono drasticamente peggiorate. dal punto di vista sanitario, i problemi principali riguardano ancora i minori, anche neonati. Si registrano infezioni intestinali, diarrea, giardia, ameba, verminosi. Si registrano diffusione di malattie infettive, soprattutto tra i bambini, e proliferazione di roditori e

Agriself

Gli agricoltori ad Um al Nasser affrontano ripetutamente problemi relativi alla produttività del terreno, sia a causa di problematiche legate alla reperibilità dell’acqua, che per mancanza di strumenti e conoscenza adeguate per ottimizzare la produttività in modo sano, efficace ed ecocompatibile. La produzione autoctona agricola tende a replicare per lo più le stesse varietà di

Architettura di pace per l'educazione a Gaza

Abbiamo risposto all’appello dei beduini di Gaza ed alla richiesta di realizzare interventi a favore dei bambini della fascia prescolare, realizzando un centro polifunzionale per l'infanzia: "La Terra dei Bambini". Come in Cisgiordania, abbiamo scelto di costruire in architettura bioclimatica utilizzando sacchi di sabbia e legno. Nella “Terra dei Bambini” si impara “vivendo, provando e

Aggiornamenti

Inaugurazione della nuova Terra dei Bambini

14 dicembre 2016

Martedi 13 dicembre, con grande gioia ed emozione, la nuova Terra dei Bambini ha aperto i suoi spazi ai bambini ed alle bambine di Um Al Naser. Terminati nei giorni scorsi i lavori di ri-costruzione, il centro è stato inaugurato alla

Vento di Terra e UE celebrano l’inaugurazione del nuovo Centro per le Donne a Gaza

25 novembre 2015

“La speranza e il desiderio di migliorare la propria vita e quelle della propria famiglia sono più forti della distruzione. E’ con questo spirito che i lavori di costruzione del Centro per le Donne ad Um al Nasser sono iniziati

Ultimi ritocchi per il nuovo Centro per le Donne!

19 ottobre 2015

Nei primi mesi del 2015 è iniziata la costruzione del primo blocco della Terra dei Bambini: il nuovo Centro per le donne, in architettura bioclimatica, permetterà lo sviluppo di attività sociali e di generazione di reddito a favore delle donne del

Mostra tutte le notizie su: La Terra dei Bambini