L’intervento di VdT in Italia è volto a tessere delle reti territoriali in grado di veicolare un’efficace azione di sensibilizzazione sulle reali conseguenze dei conflitti. Si tratta in primo luogo di sviluppare una riflessione sull’origine e sulle cause dell’attuale esodo verso l’Europa, in un panorama caratterizzato dalla colpevolizzazione del migrante, organizzando conferenze e incontri sul tema del metodo non violento nel mondo contemporaneo e dell’approccio della cooperazione allo sviluppo in varie città del nord e centro Italia. Un’azione specifica ha inoltre riguardato la Puglia, ove Vento di Terra ha aperto una sede locale a Mottola.

Un’attenzione particolare sul tema della pace e dei diritti dei bambini è rivolta alla scuola. Interventi, letture animate e workshop sono stati realizzati in Lombardia, Piemonte e Veneto. La “Marcia dei pacifici” ha tra le iniziative avuto una rilevanza nazionale, coinvolgendo attivamente numerose scuole primarie. Gli alunni erano guidati dalle insegnanti a realizzare delle sagome di legno che li rappresentassero –i Pacifici-, che poi sarebbero state fissate a delle navi in miniatura e avrebbero preso il mare verso il sud del Mediterraneo. L’iniziativa più rilevante, che ha coinvolto l’intera comunità locale, si è svolta nel maggio del 2016 a Ragusa, dalla quale è partita una flotta di piccole imbarcazioni verso Gaza.

L’esperienza della Scuola di Gomme ha permesso a VdT di veicolare i messaggi sui diritti umani con una narrazione efficace e con uno stretto legame con l’esperienza diretta. Incontri e seminari hanno coinvolto le scuole medie e le superiori della Provincia di Milano. Gli incontri miravano a stimolare una riflessione sul valore della scuola e sulla condizione di quanti, vittime dei vari conflitti, ne sono privati. In particolare negli ultimi anni le richieste provenienti dagli istituti vertevano sulle origini e l’evoluzione della guerra civile siriana e sulle condizioni dei profughi. Il confitto siriano è stato inoltre filo conduttore di una serie di spettacoli ed eventi pubblici. Il concerto, lo spettacolo teatrale, si rivelano infatti un veicolo ideale per condividere contenuti poco considerati dal sistema dei media.

Progetti

Scuola di lettura e altri sommovimenti

Il progetto nasce dalla criticità del “bilancio di lettura” delle scuole italiane (che di fatto contribuiscono sempre meno alla crescita di una cultura della lettura che non si limiti alla alfabetizzazione funzionale). Esso si propone, quindi, di agire in un contesto caratterizzato da diversi fenomeni convergenti, quali la rivoluzione digitale, la fine del monopolio scolastico in campo